Vedi profilo

Amazzoni e Supereroi - Bùcs - #28

Quattro giorni per 1452 eventi in 354 sedi. A Milano è andato in scena Bookcity, l'evento librario mi
Amazzoni e Supereroi - Bùcs - #28
di Bùcs • Newsletter #28 • Visualizza online
Quattro giorni per 1452 eventi in 354 sedi. A Milano è andato in scena Bookcity, l'evento librario milanese che dimostra quanto sia ancora importante riunire intelligenze e forze locali per disegnare un futuro che non sia il solo derivato delle gesta di supereroi e superaziende della costa orientale nord-americana.
Buona lettura!

Il supereroe del multimedia
Marvel Remembers the Legacy of Stan Lee - YouTube
Marvel Remembers the Legacy of Stan Lee - YouTube
Stan Lee non è stato solo il padre dei Fantastici Quattro, Hulk, Thor, Uomo Ragno e di tutti i supereroi della Marvel, ma è stato soprattutto un vero supereroe della multimedialità.
Ha disegnato e scritto storie che ha voluto sperimentare e declinare su tutte le possibili piattaforme: carta, cinema, televisione, home video, cd-rom, videogames, social games, ebook e di sicuro ci dimentichiamo qualcosa.
E lo ha fatto scrivendo, disegnando, producendo ed anche recitando. E lo ha fatto sempre con un grande entusiasmo, curiosità e apertura verso tutte le nuove forme di comunicazione come racconta in un'intervista a Digital Trend di qualche tempo fa.
Un esempio per tutti gli scrittori, non solo di fumetti, spesso ignari del mondo che corre davanti a loro. Il supereroe Stan sapeva riconoscere il valore espressivo dei diversi mezzi, e le potenzialità che le nuove tecnologie hanno dato a milioni di lettori e scrittori.
Sempre inteso: I think there will always be comic books.
Amazon pigliatutto

Amazon primeggia, spesso con significativo distacco sui concorrenti, nelle diverse specialità del mercato librario: nell'offerta di titoli nuovi e usati con un ampio catalogo italiano ed internazionale, nella lettura digitale grazie a un ecosistema perfetto tra titoli, app e e-reader innovativi, nell'audio-lettura e non solo con gli audiolibri, nel selfpublishing digitale e POD, nella lettura in abbonamento, nel social reading. E si sta allenando per dir la sua anche nelle librerie fisiche e nella produzione editoriale.
La storia della crescita di Amazon, oggi con oltre 600.000 impiegati e un valore che ha superato i 1.000 miliardi di dollari, nasce dai libri e si evolve mostrando una lucida volontà di essere presenti su tutti i fondamentali pilastri del mercato del libro. Futuro e passato.
Una leadership costruita non solo per le intuizioni del suo fondatore Bezos ma anche a suon di acquisizioni.
Le aziende acquisite non sempre vengono sacrificate all'altare del moloch di Seattle: le più promettenti spesso continuano ad aver vita autonoma.
Per capirne di più abbiamo provato a fare un elenco delle acquisizioni di Amazon nel mondo librario.
Se avete comprato un libro introvabile su Abebooks o condiviso le vostre letture su Godreads, siete avvisati: i vostri dati finiranno a Seattle.
Per i servizi non più disponibili (perché confluiti in altri servizi Amazon) abbiamo segnalato le pagine archiviate da Archive.org. Se avete conoscenza di acquisizioni non presenti in questa lista facetelo sapere!
Online bookstore
Bookpages.co.uk il principale online store inglese diventa Amazon.co.uk nel 1998
Telebuch il principale online store inglese diventa Amazon.de nel 1998
Bookdepository.com uno dei più grandi store online di libri. Acquisito nel 2011, rimane indipendente e continua vender libri ai prezzi più bassi (con spedizione gratuita in tutto il mondo. Italia compresa)
Libri antichi, rari e usati
Abebooks.com il più grande sito di libri vintage è di Amazon dal 2008 (e con lui le varie versioni locali europee)
Ricerca e discovery
Bibliofind.com database di 9 milioni di libri rari e usati
Bookfinder.com continua la sua vita autonoma aiutando milioni di lettori a trovare un libro al miglior prezzo. Anche in italiano
Librarything.com uno tra i più straordinari strumenti di ricerca e condivisione di libri è per il 40% di Amazon (tramite l'acquisizione di Abebooks).
Ebook reader
Mobipocket.com  da cui Amazon ha preso il formato .mobi
Lexcycle comprata nel 2009 per toglier dal mercato il loro prodotto di punta - Stanza, l'antagonista di Kindle.
Liquavista.com acquisita nel 2013, è un'azienda olandese specializzata nello sviluppo di e-paper. Si prepara un futuro a colori per il Kindle.
Audiolibri
Brilliance Audio dal 2007 è di Amazon, pubblica dalla fine degli anni ‘80 audiolibri
Audible il leader mondiale degli audiolibri fa parte del colosso dell'e-commerce dal 2008
Social Network
Shelfari dopo appena due anni di vita, il primo social catalogo di libri viene acquisito e confluisce in Goodreads
Goodreads il più grande e importante social network di lettori è di Amazon dal 2013
Fumetti Digitali
Comixology piattaforma di distribuzione digitale di fumetti, è stata una delle acquisizioni più discusse
Print on demand
BookSurge i pionieri del POD passano ad Amazon nel 2005 e poi confluiscono in CreateSpace
CreateSpace piattaforma leader per la pubblicazione on demand di libri e non solo
Marchi editoriali
Toby Press piccolo editore acquisito nel 2010
Avalon Books medio editore newyorkese acquisito nel 2012
Marketplace software
Fillz è un “inventory, repricing & order management system” che si integra con i più importanti e-commerce di libri. In Amazon dal 2008
Bookcity Milano: a quanto pare si legge ovunque
La formula dell’evento diffuso, quella che ogni anno fa esplodere Milano nel carnevale della Design week, ha contagiato anche Bookcity, il festival dei lettori e - in parte - dei libri. Quest'anno si parlava ovunque di libri e di lettura, anche nelle case e sul filobus. Se per ogni evento e ogni location moltiplicati per ogni partecipante si leggesse almeno un libro, saremmo a posto.
Sui temi del digitale il programma ha offerto qualcosa in più della scorsa edizione ma, a nostro parere, ancora troppo poco.
Tra le cose viste segnaliamo la presentazione del libro di M. Caminito, La biblioteca nella nuvola. Utenti e servizi al tempo degli smartphone dell'Editrice Bibliografica, dove abbiamo scoperto che le biblioteche sono luoghi con una grande potenzialità nell'innovazione della lettura ma, in Italia, una potenzialità inespressa per scarse competenze e poche risorse.
Bùcs app
Cercare, trovare, avere suggerimenti di nuove letture, salvarle e legger libri gratis, da Flaubert a Wu Ming. Tutto dal vostro smartphone con l'app gratuita di Bùcs.
Scaricatela dall’App Store (iphone e ipad) e dal Google Play Store (Android) e iniziate a condividere le vostre letture con gli amici.
Abbiamo bisogno dei vostri consigli!
Fateci sapere se l'app vi piace, se è utile o del tutto inutile, se avete riscontrato problemi e malfunzionamenti: Scriveteci!
E non dimenticatevi, se vi è piaciuta, di inoltrare questa newsletter ai vostri amici lettori.
Ti piace questa newsletter?
Bùcs
di Bùcs

Innovazione, futuro digitale (e non) del libro e della lettura. E un free ebook.

Se non vuoi più questi aggiornamenti, cancellati qui.
Se hai ricevuto questa newsletter tramite inoltro e ti piace, puoi iscriverti qui.
Curato con passione da Bùcs con Revue.